Lettere del presidente

Ricordo del Maestro Luca Primon

Presidente dell'A.L.I - Anna Lucia Maramotti Politi


È difficile ricordare un amico quando la sua scomparsa ci è giunta inaspettate. Mi scuso con tutti Voi se solo ora ufficialmente come Presidente dell’A.L.I. comunico che il Maestro Luca Primon non è più con noi.

Il suo talento si sviluppava attraverso l’accuratezza dei suoi strumenti.

Nato a Trento, il Maestro Primon si è avvicinato alla liuteria attraverso lo studio della musica, studio che lo ha visto impegnato negli studi al Conservatorio della sua Città. Si tratta di un rapporto che sarà fecondo d’intuizioni e che gli consentirà di declinare l’armonia della forma con quella del timbro degli strumenti. A Parma, alla scuola del Maestro Renato Scrollavezza, scuola da lui frequentata dal 1974 al 1979, avrà l’opportunità d’apprendere a pieno l’arte liutaria. Non si è trattato mai però di seguire pedestremente gli insegnamenti di una scuola, se pur prestigiosa, ma la sua sensibilità gli ha consentito di esprimere una forte personalità che è testimoniata nei suoi numerosi strumenti realizzati durante tutta la sua prestigiosa carriera.

Non è un caso che il Maestro Primon abbia sempre approfondito in corsi di specializzazione ad altissimo livello i temi della liuteria e al contempo si sia confrontato con colleghi di grande spessore. In quest’ottica è stata preziosissima la sua collaborazione con l’A.L.I. di cui è stato più volte membro del Consiglio Direttivo. L’inventiva dei suoi strumenti, sempre personalissimi e di grande pregio, è stata accompagnata dal suo impegno nel campo del restauro ponendo mano alla Collezione di Santa Maria della Pietà di Venezia e realizzando un interessante quanto puntuale catalogo.

Non va neppure dimenticato il suo impegno didattico presso la Scuola Civica di Milano, impegno che gli ha consentito di realizzare un insegnamento pregevolissimo e di lasciare ad altri l’eredità di un sì grande magistero.

Gli importanti riconoscimenti, ottenuti in campo internazionale, non fanno che evidenziare come nella panoramica della liuteria contemporanea il suo nome costituisca un capitolo importante della liuteria.

L’Associazione Liutaria Italiana è vicina alla Famiglia e a tutti coloro che sanno apprezzare il suo talento che, non è un mero ricordo, ma una presenza e un insegnamento.

La Presidente,
Anna Lucia Maramotti Politi