L'associazione

Consigli direttivi e Regolamento

L'Associazione Liutaria Italiana (A.L.I.) per le sue finalità statutarie si definisce "Associazione Culturale" aperta a tutti i cittadini siano essi liutai, studiosi organologi, appassionati, amatori o musicisti.

I suoi scopi fondamentali sono quelli di far conoscere l'arte liutaria attraverso mostre, studi, convegni e ricerca; non rientra nelle sue finalità la promozione commerciale. Data l'eterogeneità dei suoi componenti, è apparso utile raggruppare, al suo interno, forme specifiche chiamate "Gruppi" con libertà di azione atte a soddisfare particolari esigenze.
Si è cosi' formato il "Gruppo Liutai ed Archettai Professionisti" che dipende sempre dal Comitato Direttivo dell'A.L.I., ma che può assumere iniziative autonome, purchè nel quadro delle finalità dell'A.L.I.

Tra queste figureranno:
a) Stendere un listino prezzi per manutenzione, restauro ed interventi vari sugli strumenti
b) Organizzare e partecipare a mostre a carattere commerciale
c) Affrontare e dibattere problematiche pertinenti la categoria
d) Nominare esperti per giurie nei concorsi indetti dall'A.L.I. o se richiesti da altri Enti per concorsi nazionali ed internazionali
e) Offrire il proprio contributo di conoscenze ed esperienze a coloro che ne facessero richiesta
f) Prendere posizioni anche pubbliche a fronte di dibattiti, scelte o problemi interessanti la categoria
g) Autogestire liberamente i propri mezzi economici svincolati dal fondo dell'A.L.I.

Informazioni utili per i soci:

PAGAMENTO DELLA QUOTA ASSOCIATIVA:
Sul c/c postale N. 10202265 - Associazione ALI - Piazza Stradivari 5 - Cremona 26100
Causale: Quota sociale 2012
UBI - BANCO DI BRESCIA filiale Cremona 4
conto intestato ad Associazione Liutaria Italiana
c/c 10559 ABI 3500 CAB 11403
IBAN IT 89 I 03500 11403 0000000 10559
CIN I BIC BCABIT21
Causale: Quota sociale + ( anno di riferimento )


Consiglio direttivo
Associazione Liutaria Italiana


    Presidente
  • Anna Lucia MARAMOTTI POLITI
    Vice Presidenti
  • Gio Batta MORASSI
  • Alessandro VOLTINI
    Consiglieri
  • Sandro ASINARI
  • Lorenzo FRIGNANI
  • Dimitri MUSAFIA
  • Enrico RAVINA
  • Nayla RENZI
    Segretaria
  • Nayla RENZI

Consiglio direttivo
Gruppo Liutai e archettai Professionisti


    Presidente onorario
  • Gio Batta MORASSI
    Presidente
  • Simeone MORASSI
    Consiglieri
  • Lorenzo FRIGNANI
  • Marco BRUNELLI
  • Gabriele CARLETTI
  • Danilo FIORENTINI
  • Giovanni Battista MORASSI
  • Marco OSIO
    Segretario
  • Fabrizio PORTANTI
 

 

REGOLAMENTO

Art. 1


Ai sensi dell'art. 17 dello statuto dell'A.L.I. è costituito il "Gruppo Liutai ed Archettai professionisti" che ha lo scopo di promuovere iniziative specifiche connesse all'attività professionale.

Art. 2


Al Gruppo possono iscriversi tutti coloro che esercitano professionalmente l'attività di liutaio, archettaio o restauratore senza limiti di età e sesso. All'atto della domanda di iscrizione il richiedente dovrà:

a) Compilare la domanda completa dei dati richiesti
b) Fornire un documento rilasciato dalle autorità competenti attestante la propria professione (iscrizione alla Camera di Commercio o ad Associazione Artigiani, ecc.)
c) Presentare un proprio elaborato che sarà esaminato dal Consiglio Direttivo del Gruppo
d) Essere iscritto all'A.L.I. ed in regola con il pagamento della quota sociale.

Art. 3


Il finanziamento nel Gruppo avviene mediante contributi degli iscritti ed eventuali sovvenzioni o contributi a fondo perduto provenienti da Enti o da privati. La quota associativa annuale viene stabilita dall'Assemblea Generale dei Soci per l anno successivo o dovrà essere versata da tutti i Soci entro il 31 Gennaio di ogni anno. L'iscrizione al Gruppo impegna il Socio per due anni consecutivi.

Art. 4


Organi del Gruppo sono:

a) L'Assemblea dei Soci
b) Il Consiglio Direttivo composto da sei Soci;
c) Il Presidente del Consiglio Direttivo.

Art. 5


L'assemblea si riunisce almeno una volta all'anno per la relazione del Presidente sulle attività compiute e per impostare nuove iniziative, nonchè per la designazione dei nuovi componenti del Direttivo alla scadenza del biennio. Il Presidente del Direttivo presiede l'assemblea: in sua mancanza è presieduta dal Vicepresidente. Il Presidente designa il segretario dell'assemblea. Ha diritto di voto in assemblea ogni iscritto in regola col pagamento del contributo annuale.

Art. 6


La contabilita del Gruppo è tenuta dal Segretario Amministratore dell'A.L.I. in conto separato. Il rendiconto della gestione è approvato nell'Assemblea annuale dell'A.L.I.

Art. 7


Il Direttivo dura in carica due anni. Qualora venga a mancare per qualsiasi causa un Consigliere il Consiglio Direttivo ne coopta un altro nella persona del primo tra i non eletti nell'ultima votazione per la designazione dei Consiglieri o, non potendo o non volendo questi accettare, designando il secondo tra i non eletti e così di seguito. Se designati nella prima annualità, la designazione deve essere confermata nella prima assemblea Il Direttivo designa, al suo interno, il Presidente, il Vicepresidente ed un Segretario. Al Direttivo è demandata la scelta delle iniziative da intraprendere e la loro esecuzione.

Art. 8


Il Direttivo può chiedere ai soci partecipanti a mostre, esposizioni ed altre iniziative il versamento di somme dovute all'organizzazione (trasporto, assicurazione, quote d'iscrizione, ecc.) relative a singole attività. L'ammontare delle quote per ciascun aderente è determinato in proporzione alle spese extra sostenute per la sua partecipazione. Il segretario provvede a comunicare a ciascun partecipante la quota a suo carico per le singole iniziative. La partecipazione ad attività realizzate con quote extra non è vincolante, ma ogni socio è libero di aderire o meno.

Art, 9


Mediante i contributi di cui all'art. 3, il Direttivo provvederà a spese di segreteria, postali, per pubblicazioni, partecipazioni a mostre, ad ogni altra forma di pubblicità, ad eventuali sponsorizzazioni di carattere culturale, a convegni, concerti, rimborso spese ed ospitalità per relatori o personalità invitate per conferenze o convegni.

Art. 10


Il rapporto di partecipazione al Gruppo è sciolto per:

a) Recesso del socio, da comunicare entro il 31 Dicembre di ogni anno;
b) Cessazione dell'attività professionale, da comunicare entro un mese dalla cessazione;
c) Gravi motivi attinenti all'etica ed alla deontologia professionale o comunque alla dignità del professionista, che il Direttivo è competente a giudicare, dopo aver sentito l'interessato, e comunicando allo stesso i motivi della propria decisione.Qualora il socio non accetti la decisione del Consiglio Direttivo egli deve ricorrere, in prima istanza, al Collegio dei probiviri dell'A.L.I.
d) Per inadempimento al pagamento dei contributi entro la fine di ogni anno solare.

Art. 11


Ogni associato che abbia receduto dal Gruppo può presentare la domanda di iscrizione purchè non abbia receduto per due volte. Qualora non abbia motivato la ragione del recesso la domanda di reiscrizione dovrà essere corredata dai documenti di cui all'art. 2.

Art. 12


Ogni socio è tenuto a:

- collaborare alle iniziative intraprese dal Direttivo del Gruppo ed allo sviluppo del Gruppo stesso;
- non utilizzare semilavorati per la propria produzione;
- non falsificare strumenti;
- non produrre certificati in malafede;
- avere un comportamento etico-professionale ineccepibile nell'ambito della propria attività.

Art. 13


Il Direttivo può assumere provvedimenti disciplinari a carico dell'iscritto che non osservi il regolamento del Gruppo, oppure abbia pregiudicato con il proprio comportamento (vedi Art. 12) l'immagine del Gruppo stesso o di singoli Soci. Il provvedimento consiste nel richiamo verbale, nella diffida scritta, nella sospensione o nella esclusione. L'iscritto può ricorrere al Collegio dei Probiviri dell'A.L.I. come disposto nell'Art. 10 punto c).

Art. 14


In ogni manifestazione, gli stampati, nelle grafiche, nei manifesti, nelle comunicazioni stampa, ecc., promosse dal Gruppo deve essere inserita la sigla A.L.I. Tutte le iniziative del Gruppo devono essere comunicate al Consiglio Direttivo dell'A.L.I.

Art. 15


Per quanto non contemplato in questo regolamento ha valore lo Statuto dell'A.L.I.